La comicità in musica

Un’opera buffa che si si ispira vagamente ad un fatto di cronaca realmente accaduto: la vicenda di Antonietta Frapolli, signora milanese rapita dai corsari nel 1805, portata nell’harem del Bey di Algeri Mustafà-ibn-Ibrahim e poi ritornata in Italia.

Composta da un Rossini solo ventunenne, in tutta fretta (qualcuno dice in 27 giorni, altri sostengono addirittura solo in 18), è stata definita da Stendhal come “la perfezione del genere buffo”, per la perfetta commistione fra sentimentale, buffo e serio.

Personaggi ed interpreti

Isabella: Eleonora FILIPPONI
Mustafà: Lorenzo BARBIER
Lindoro: Bekir SERBEST
Taddeo: Giulio CECCARELLI
Haly: Emil ABDULLAIEV
Elvira: Erica REALINO
Zulma: Stefania BUTTI
CORO DEL FESTIVAL

Direttore: Fabrizio TALLACHINI
Maestro al Pianoforte: Enrico TANSINI
Regia e scenografia: Giordano FORMENTI
Costumi: Serena RIZZO
Grafica e disegni: Anna CLERICI

Posto unico non numerato: 20 Euro
(La prevendira si apre 30 gg prima della rappresentazione)

Maggio 12
17:00 (3h)

Sala Pietro Da Cemmo – Centro Culturale Sant’Agostino

Giordano Formenti